ALESSANDRO CALABRÒ

Sono Alessandro Calabrò. Ho 47 anni e sono di Lipari. Ho iniziato a lavorare nell’88 da pescatore, con i miei amici. Facevo la pesca del pesce spada. Ricordo quando aiutavo i miei zii ad innescare il palamito, il filo lungo con tanti ami appesi, usato per pescare il pesce spada. Amavo fare il marinaio, ma è una vita più dura. La fatica dei turni sui pescherecci è incomparabile con l’attività sulle navi mercantili. E proprio tra l’89 e il ’90 ho iniziato a navigare su traghetti: per me il mare è una passione, altrimenti non l’avrei mai fatto.

Ho iniziato a fare il lungo corso, nelle navi mercantili. Fare il pescatore era più faticoso. Non c’è mai tregua. Sulle navi mercantili è diverso. Ma amavo anche fare il pescatore, ma ora ho trovato il giusto equilibrio.

Nella mia esperienza ho vissuto di tutto. Una volta abbiamo subito gli attacchi dei pirati. Mi è rimasta impressa, ci siamo spaventati. Ma siamo riusciti a impedire che avessero la meglio.


FIRMA LA PETIZIONE SU
change.org

Leggi altre storie